Panzanella: quando tradizione e alimentazione vegan s’incontrano

Panzanella

Sono tantissimi i piatti vegani che coniugano leggerezza e gusto. Oggi proponiamo un piatto tipico della  Toscana: la panzanella.

Panzanella, un piatto che sa di territorio

Niente fa più estate di una bella insalatona fresca da gustare in spiaggia o al parco o in giardino.
Con l’arrivo del caldo la voglia di mettersi ai fornelli scompare e, dunque, ci indirizziamo verso pietanze fredde e veloci da preparare.


Per fortuna questa stagione porta con sé una moltitudine di frutta e verdura colorata e ricca di vitamine e minerali con cui è possibile realizzare piatti semplici e quasi istantanei.

Uno dei piatti che in Estate non può proprio mancare sulle tavole degli italiani è la Panzanella. Consiste in una fresca e golosa insalatona la cui ricetta nasce in Toscana. Un tempo era considerata “cibo dei poveri” perché realizzata con ingredienti dell’orto e il pane avanzato.
Oggi viene servita in diversi ristoranti tipici.

Fa parte delle moltissime ricette vegane appartenenti da sempre alla dieta mediterranea. E’ sana, gustosa e ci vuole un attimo a prepararla. Il piatto giusto che mette d’accordo tutti: vegani e non.

Ricetta della Panzanella

Ingredienti per 4 persone
400 gr di pomodori Piccadilly maturi
2 cetrioli
1 cipolla rossa di tropea
200 gr di pane raffermo
olio extra vergine di oliva (preferibilmente un buon olio Toscano, fruttato intenso)
aceto di mele
una ventina di foglie di basilico fresco
sale integrale e pepe

Procedimento
Per prima cosa tagliare il pane raffermo a cubetti. Lasciarlo ammollare per circa 10 minuti con 3 cucchiai d aceto di mele (non aggiungere acqua per non farlo diventare troppo mollo).
Nel frattempo preparare le verdure. Tagliare i pomodorini piccadilly in 4 parti e i cetrioli a rondelle. Tagliare a fette la cipolla rossa di Tropea.
In una ciotola unire le verdure tagliate ai cubetti di pane.
Aggiungere le foglie di basilico intere (tagliate o, peggio, tritate, perdono il loro magnifico profumo). Completare con 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva, un pizzico di sale integrale e una bella macinata di pepe.
Servire la panzanella fredda o a temperatura ambiente.
E’ un piatto molto versatile. Può essere portata in tavola come fresco antipasto per iniziare una cena estiva, magari in giardino o in terrazza. Può diventare un piatto unico per pranzi e cene leggere.

Oppure può diventare un sostanzioso contorno da abbinare a frittate vegane a base di verdure, o torte salate o verdure ripiene.

Proprietà nutritive

Grazie alla presenza di pomodori maturi e cetrioli, la panzanella è ricca di vitamina C. La cipolla rossa di Tropea è un ottimo “antibiotico naturale” che rinforza le difese immunitarie. Il basilico è una preziosa fonte vegetale di ferro.

Infine l’olio extra vergine di oliva è una fonte di acidi grassi essenziali Omega 3-6-9, indispensabili per la nostra salute.

Se volete arricchirla con una fonte di proteine vegetali basterà arricchirla con cubetti di tofu o, in alternativa, ceci lessati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.