Falafel di fave: etica vegana e cucina mediorientale s’incontrano

falafel di fave

Oggi ci siamo spinti fino in Medioriente per proporvi una gustosissima ricetta: i falafel. Li abbiamo italianizzati con prodotti a km 0.

Falafel di fave: il Medioriente sbarca sulle nostre tavole

Il multiculturalismo passa anche dalla tavola. Anzi: talvolta a farci avvicinare ad una cultura diversa dalla nostra sono proprio i suoi piatti e i suoi sapori.


Se fini ad un decennio fa, al massimo, conoscevamo la cucina cinese e messicana, oggi, per fortuna, i nostri orizzonti tradizionalisti si sono ampliati. Nelle città hanno fatto la loro comparsa ristoranti indiani, libanesi, marocchini, giapponesi, etiopi…

Uno dei piatti più apprezzati da grandi e piccini sono i falafel. I falafel sono piccole polpette dalla forma un po’ schiacciata. Nascono in Libano ma ormai sono conosciute e diffuse ovunque. Vengono consumati anche come street food viste le piccole dimensioni.

La ricetta originale vorrebbe l’utilizzo dei ceci ma noi oggi abbiamo scelto di proporre una versione un po’ più “nostrana”, con un ortaggio tipico di stagione: le fave. E, invece, delle spezie abbiamo optato per un bel trito di menta fresca.

Le fave in Italia sono molto apprezzate: ricordano i pic nic, le gite fuori porta, i pranzi la domenica in famiglia.
Ecco allora che abbiamo unito Occidente e Medioriente in un delizioso connubio culinario: i falafel di fave.

Essendo sempre attenti alla salute, vi proponiamo una versione non fritta ma cotta al forno.

Ricetta dei falafel alle fave

Ingredienti per 4 persone
250 gr di fave fresche
2 spicchi di aglio
1 cipollotto fresco
2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
sale
pepe
cumino
menta
pangrattato

Procedimento
Sbucciare le fave. Farle cuocere per 15 minuti in acqua bollente e salata.
Scolarle e inserirle nel frullatore. Unire il cipollotto tagliato a rondelle e i 2 spicchi d’aglio. Aggiungere 2 cucchiai di olio extra vergine, il sale, il pepe e un abbondante pizzico di cumino. Frullare il tutto.
Una volta ottenuto un composto omogeneo aggiungere un trito di menta fresca. Mescolare il tutto e formare delle polpettine leggermente schiacciate.
Cospargere di pangrattato e infornare, in forno già caldo, a 180 gradi per 20 minuti.

I falafel sono un fantastico secondo piatto da accompagnare con una fresca insalata. Ma possono essere portati in tavola anche come insolito antipasto, magari accompagnati da qualche salsina golosa come l’hummus.

Grazie alle deliziose fave, queste polpettine contengono una buona quantità di proteine vegetali.

Nel caso di celiachia o d’ intolleranza al glutine, sarà sufficiente sostituire il comune pangrattato con un pangrattato senza glutine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.