Sclerosi Multipla e alimentazione: l’alimentazione migliore secondo AISM

Sclerosi Multipla e alimentazione

Cerchiamo di capire quale sia l’alimentazione migliore per attutire i sintomi e migliorare la vita di chi è affetto da Sclerosi Multipla. 

Che cos’è la Sclerosi Multipla

La Sclerosi Multipla è una patologia neurodegerativa che causa la progressiva distruzione della Mielina, una sostanza determinante per il corretto funzionamento dei neuroni.


Alla base di questa malattia altamente invalidante vi è una risposta autoimmune: il sistema immunitario inizia ad aggredire se stesso. Questo genera, dapprima, un’infiammazione dell’organismo e, di seguito, la distruzione della mielina.

Esistono diversi tipi di Sclerosi Multipla.

  •  Radiologicamente Isolata
    Il paziente non presenta i sintomi tipici
  •  Clinicamente Isolata
    Il paziente ha avuto un episodio a carattere sclerotico che non si è più ripetuto e, probabilmente, non si ripeterà. Si tratta di una sorta di “portatori sani”: hanno una sclerosi multipla silente che potrebbe non dar mai luogo ai sintomi
  •  Recidivante-Remittente
    Si alternano periodi di malessere acuto a periodi in cui, invece, non si hanno sintomi.
  •  Secondariamente Progressiva
    I periodi di malessere si alternano a quelli di apparente benessere ma diventano sempre più lunghi e invalidanti.
    5) Primariamente Invalidante
    Periodi di ricaduta sempre più frequenti e progressione dei sintomi sempre più rapida.

Sintomi e cause della Sclerosi Multipla

I sintomi non sono uguali per tutti in quanto molto dipende dalla zona che viene colpita dalla perdita di mielite.
Possono verificarsi rigidità, difficoltà a camminare, difficoltà ad afferrare gli oggetti, disturbi visivi.

Altre manifestazioni tipiche sono la paralisi di una o più parti del corpo e mancanza di coordinazione motoria e linguistica, incontinenza.

Le cause sono, ad oggi, incerte. Tuttavia si sa che alla base vi è un problema autoimmune.

Sclerosi Multipla e alimentazione

Non conoscendo con certezza le cause, non si può sapere se e quanto l’alimentazione possa influire sulla prevenzione o sulla guarigione. Tuttavia è stato riscontrato che un’alimentazione ricca di antiossidanti possa migliorare notevolmente la qualità della vita dei soggetti malati.

La stessa AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) riconosce l’importanza di un’alimentazione sana per promuovere la qualità della vita e il benessere dei pazienti.

Come spiega la Dottoressa Giulia Napolitano, nutrizionista, gli alimenti da privilegiare sono frutta e verdura che contrastano le infiammazioni dell’organismo e proteggono i neuroni dallo stress ossidativo.

Eliminare gli zuccheri raffinati che favoriscono gli stati infiammatori.

E’ utile, inoltre, abolire o, almeno, ridurre molto, il glutine che causa infiammazioni intestinali e, dunque, peggiora la risposta autoimmune.

Per la stessa ragione è consigliabile eliminare i latticini.

Inoltre, per prevenire i periodi recidivanti o attutirne i sintomi, può essere utile assumere alcuni integratori.

  •  Vitamina D
    La carenza di questa sostanza è uno dei maggiori fattori di rischio per la Sclerosi Multipla.
  •  Vitamina B12
    Essenziale per la creazione di mielina e, dunque, per proteggere il cervello.
  •  Acidi grassi essenziali Omega 3
    Prevengono l’insorgenza d’ infiammazioni nell’organismo. Inoltre sono in grado di ridurre le ricadute per intensità e numero.
  •  Olio di Cocco
    Le cellule del cervello danneggiate non sono più in grado di metabolizzare il glucosio, essenziale per nutrirle. L’Olio di Cocco, essendo un grasso a catena corta, viene assimilato facilmente dalle cellule e, dunque, va a supplire la mancanza di nutrimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.