Dolci di Natale vegani insoliti e super sfiziosi

dolci di Natale vegani

I Dolci di Natale vegani sono etici, sfiziosi e originali, fuoriescono un po’ dai soliti classici e lasciano tutti a bocca aperta.

Dolci di Natale Vegani

I dolci sono i re delle tavole delle feste.
Natale non sarebbe più Natale senza il panettone o il pandoro. Ogni regione poi, accanto ai grandi classici, ha qualche specialità come il pandolce genovese, il panforte di Siena, il tronchetto della felicità tipico di alcune città del Sud Italia.


Da qualche anno a questa parte, per fortuna, hanno fatto un trionfale ingresso in pasticceria e nei supermercati anche i dolci di Natale vegani. Panettoni e pandori 100%cruelty free, senza uova, latte, burro, panna o miele.

La crescita costante del popolo vegan ha determinato un ripensamento dei consumi e sempre più aziende hanno capito che hanno solo da guadagnarci ad ampliare la propria gamma con prodotti vegani.

Ogni giorno migliaia di persone scelgono di smettere di mangiare carne, pesce, uova, latte e latticini e miele e, dunque, le probabilità di trovarsi allo stesso tavolo, anche durante le feste, con uno o più vegani, crescono di anno in anno.

Dolci di Natale vegani che non ti aspetti

Oggi proponiamo un dolce che non si annovera specificamente tra i dolci di Natale vegani tradizionali ma che ha un gusto, una consistenza e un profumo che sanno di “casa”, di “famiglia”, di “merende dai nonni”. E nulla simboleggia il Natale più di queste immagini.

Crostata rustica di mele e rosmarino

Ingredienti per 4 persone

300 gr di farina di grano saraceno
125 gr sciroppo di acero
100 ml olio extra vergine di oliva
100 ml latte di soia
3 mele
3 cucchiaini di rosmarino tritato
2 cucchiaini di pinoli

Procedimento

Per prima cosa preparare la pasta frolla vegana. Impastare la farina di grano saraceno con l’olio evo e 100 gr di sciroppo di acero fino ad ottenere una palla compatta e omogenea (se occorresse si può aggiungere un po’ di acqua tiepida).
Stendere la pasta e rivestire una tortiera rotonda.

Nel frattempo sbucciare e grattuggiare le mele, strizzare bene la polpa per far uscire tutto il succo e poi raccoglierla in una ciotola. Unire 25 gr di sciroppo di acero, i 2 cucchiaini di rosmarino tritato e i 2 cucchiaini di pinoli precedentemente tostati in padella.

Amalgamare bene e poi tendere il composto sopra la pasta frolla vegana. Ricoprire con i bordi ripiegati della pasta.

Infornare, in forno già caldo, a 180 gradi per 40-45 minuti.

Ottima servita calda, questa crostata è squisita anche tiepida accompagnata da uno spruzzo di panna montata di riso o di soia.

E’ un dolce “smart” perché può anche essere preparata il giorno prima.

Ricca di vitamina C e di grassi vegetali buoni, è un dolce leggero e gluten free, adatto anche ai celiaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.