Tecarterapia: addio infiammazioni e dolori con il calore

tecarterapia

Scopriamo in che cosa consiste la Tecarterapia, un metodo innovativo, indolore e non invasivo per combattere  infiammazioni e dolori.

Che cos’è la Tecarterapia

La tecarterapia, o terapia Tecar ( Trasferimento Energetico Capacitivo Resistivo) è una terapia che si basa sul trasferimento di calore.


Si tratta di un massaggio eseguito con manipoli specifici che diffonde calore all’interno del corpo, migliorando l’afflusso di sangue agli organi e l’ossigenazione. Viene stimolata l’eliminazione delle tossine e, dunque, è molto utile nel caso di infiammazioni.
E’ un trattamento non invasivo e assolutamente indolore.

Le termoterapie non sono un fenomeno nuovo nel panorama medico e vengono impiegate già da anni per combattere tensioni muscolari, mal di schiena e problematiche legate a stati infiammatori. Ma la tecarterapia è diversa e rappresenta una vera novità.

Le termoterapie tradizionali, infatti, producono un riscaldamento superficiale: attraverso il calore viene generata una vasodilatazione cutanea che arriva solo in piccola misura agli organi interni. Per potenziare l’effetto del trattamento, spesso, è necessario aumentare le temperature e prolungare i tempi di applicazione ma ciò può causare fastidi e irritazioni cutanee.
La tecarterapia, invece, sfruttando altre frequenze, genera calore direttamente all’interno dei tessuti trattati mentre la superficie cutanea non si surriscalda: in questo modo viene prodotto un riscaldamento profondo molto più efficace.

Tecarterapia, per chi è indicata

Sono sempre di più le persone che, per curarsi, preferiscono terapie naturali e non invasive piuttosto che i farmaci tradizionali che, a fronte di miglioramenti momentanei, possono presentare anche un gran numero di effetti collaterali.

La tecarterapia, basandosi unicamente sul calore, è una terapia del tutto naturale.

I principali benefici della tecarterapia sono:

– migliora il flusso di sangue;
– favorisce l’ossigenazione dell’intero organismo;
– stimola l’eliminazione delle scorie;
– favorisce il drenaggio dei liquidi;
– aiuta a combattere le infiammazioni;
– scioglie le tensioni muscolari;
– riduce i dolori.

Le categorie di persone che possono trarre maggior giovamento dalla tecarterapia sono:

1) sportivi spesso soggetti a stiramenti e tensioni muscolari;
2) persone affette da stati infiammatori che provocano dolore;
3) soggetti che soffrono di mal di schiena;
4) soggetti con tendiniti;
5) chi soffre di rachialgie (cervicalgia, lombalgia, dorsalgia).

Solitamente il numero di sedute necessario va da 5 a 8 ma varia molto da soggetto a soggetto, a seconda del disturbo da trattare e dal livello di gravità e la durata di ogni seduta dipende dall’estensione della zona che viene trattata.

Non vi sono particolari controindicazioni: Gli unici soggetti che dovrebbero astenersi da trattamenti di tecarterapia sono le donne incinte, i portatori di pace maker e i malati di cancro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.