Mesciua: ricetta contadina della cucina tradizionale italiana

mesciua zuppa di legumi ligure

La mesciua è una calda zuppa, tipica della cucina contadina ligure, fatta con diversi tipi di legumi e condita con olio a crudo.

La cucina vegana italiana

Quando sento qualcuno dire che il Veganismo è una moda che nulla ha a che fare con la cucina italiana, mi scappa sempre una risata.

I nostri nonni mangiavano carne e pesce, forse, 2 volte l’anno, specialmente se vivevano in regioni ricche di colture come la Liguria, la Toscana, la Puglia, la Sicilia.

La cucina tradizionale italiana è ricchissima di piatti vegani che hanno nutrito egregiamente i nostri antenati per secoli facendoli vivere molto più sani e forti di quanto siamo noi oggi, cresciuti, spesso, con carne, formaggi e cibi raffinati.

Senza andare a cercare ingredienti esotici o piatti dal nome complicato, pensiamo alle moltissime squisite zuppe regionali (la ribollita, la pappa al pomodoro, la pasta e ceci, il minestrone alla genovese, il risi e bisi), alle orecchiette con le cime di rapa, alla cecina toscana (torta di ceci bassa), al purè di fave e cicoria pugliese, alla caponata siciliana, alla panzanella, alla polenta o, banalmente, agli spaghetti al pomodoro e alle penne all’arrabbiata.

Tutti piatti naturalmente vegani, sani e buonissimi appartenenti alla tradizione culinaria del nostro paese.

La mesciua: la zuppa contadina ligure

Oggi proponiamo un piatto poco conosciuto: la mesciua.

La mesciua è una zuppa tipica della Spezia e significa “mescolanza”.

La leggenda narra che sia nata perché nell’antichità i pescatori liguri, alla fine della giornata, venivano pagati con i legumi e i cereali dispersi durante le operazioni di scarico.

Tale “bottino” veniva poi portato a casa dove le mogli, pazientemente, preparavano la mesciua, una corposa e nutriente cena contadina.

Ancora oggi in Liguria viene consumata spesso a cena durante la stagione fredda ed è anche entrata nel menù di ristoranti e trattorie tipiche.

Ingredienti per 4 persone

150 gr di ceci

150 gr di fagioli cannellini

100 gr di farro

sale integrale e pepe

olio extra vergine di oliva (possibilmente ligure)

rosmarino

Procedimento

Dopo aver fatto ammollare i legumi  per il tempo necessario, farli cuocere separatamente in poca acqua.

Per i ceci ci vorranno 30 minuti; per i fagioli cannellini 45 minuti.

Riunire i legumi in un’unica pentola con un po’ di acqua di cottura e aggiungere il farro.

Far cuocere ancora 40 minuti, i legumi dovranno diventare quasi una crema.

Trascorso il tempo togliere dal fuoco, salare e pepare abbondantemente e completare con un bel giro di olio a crudo e qualche rametto di rosmarino fresco.

La mesciua è un piatto naturalmente ricco di proteine vegetali, fibre e omega 3. Calda e genuina, perfetta per riscaldare le sere autunnali e invernali.

Se volete rendere la vostra mesciua gluten free, potrete sostituire il farro con il grano saraceno o il riso integrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.