Alimentazione vegana e fake news

Alimentazione vegana e fake news

Negli ultimi anni intorno all’alimentazione vegana  sono state diffuse molte fake news per creare allarmismi.

Fake news sull’alimentazione vegana

Circa il 99% delle notizie fasulle intorno all’alimentazione vegana riguardano i bambini.

Si è molto scritto e parlato di “bambini ricoverati in ospedale a causa della dieta vegana” o che addirittura sarebbero stati sottratti alla potestà genitoriale per questa ragione.

Ciò ha creato un clima di paura e ulteriore diffidenza nei confronti della nutrizione cruelty free che già non godeva di una buona opinione nella mente di molti, spaventati da tutto ciò che sfugge al ” già conosciuto”.

Ma, come di seguito vedremo, la stragrande maggioranza delle notizie diffuse si sono rivelate fake news, false o incomplete.

Alimentazione vegana nei bambini

Firenze, luglio 2015

I giornali riportano la notizia di un bambino vegano di 11 mesi  ricoverato per carenza di B12.

A settembre si scopre che i genitori non sono vegani ma il padre vegetariano e la madre onnivora.

Il vero problema che causò il ricovero del bimbo era l’assenza di svezzamento in quanto a 11 mesi veniva nutrito ancora  solo con latte materno e non gli veniva somministrato l’integratore di vitamina B12.

Treviso, febbraio 2016

Titolo da prima pagina: “Shock a Treviso, bambina vegana non cresce”.

Negli articoli viene spiegato che la bambina non prendeva latte materno ma latte di mandorla “perché i genitori erano vegani”.

Qui il problema non era l’ alimentazione vegana  ma semplicemente il fatto che se un bambino non viene alimentato con il latte materno allora è necessario ricorrere ad un latte integrativo (che può essere sia di origine animale sia vegetale) specificamente formulato per l’allattamento e lo svezzamento e non con un comune latte vegetale.

Pure se i genitori avessero dato alla bimba del comune latte vaccino o caprino lei avrebbe avuto problemi legati alla crescita.

Fake news su alimentazione vegana

Milano, luglio 2016

Viene segnalato dai giornali un “bambino vegan” che a 1 anno pesava come un bambino di 3 mesi.

Si scopre che il bambino non era vegano ma veniva nutrito con differenti tipi di latte, anche di origine animale.

Ma, soprattutto, la causa della sua condizione era la grave cardiopatia da cui era affetto dalla nascita.

Quindi, anche in questo caso, l’alimentazione vegana non c’entra.

In seguito viene fatta circolare la seconda fake news, ovvero che il bambino era stato affidato ai nonni a causa dell’alimentazione scriteriata dei genitori.

Il minore fu realmente sottratto ai genitori ma non per l’alimentazione vegana (ll bambino  NON veniva svezzato in modo vegano!) ma perché essi si erano rifiutati di farlo operare in una situazione di effettiva necessità.

Pennsylvania, ottobre 2016

 Anche qui grandi titoloni: “Mamma vegana arrestata in Pennsylvania”.

La verifica dei fatti poi smentì la correlazione tra alimentazione vegana e denutrizione del piccolo.

Il problema consisteva nel fatto che la madre dava al bambino di 11 mesi solo frutta secca e frutta fresca e niente altro. Ovviamente questa non è un’alimentazione vegana equilibrata e adatta ad un bimbo nella fase più importante della crescita.

Nutrire un bimbo con soli 2 cibi non è sano ma sarebbe  stato ugualmente dannoso anche se i 2 cibi fossero stati di origine animale.

Fonte https://www.famigliaveg.it/genitori/dossier-bambini-vegan-stampa.html

 

 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *